Seleziona una pagina

Io non capisco la vita della luna

ritmata come un pendolo

periodicamente assente.

Certe notti sei la calamita degli occhi,

altre un semplice punto nell’infinito.

Spesso ti osservo,

spesso mi rapisci.